Shabbat Pesach 7th and 8th Day/ 7° e 8° Giorno

(L’Italiano segue sotto)

Shabbat Shalom! 

Last Readings of Scriptures For Pesach (Passover) 

Seventh Day Readings:
Exodus 13:17-15:26; Numbers 28:19-25; 2 Samuel 22

Eighth Day Readings:
Deuteronomy 14:22-16:17; Numbers 28:19-25; Isaiah 10:32-12:6

A Future Passover (Pesach L’atid)
Meal of the Messiah

Meal of the Messiah

And then on the 8th night of Passover (celebrated outside of Israel), many Jews will also eat of The Meal of the Messiah.

For the past seven days, we have been eating matzah (unleavened bread) and abstaining from all forms of leaven.

“For seven days eat bread made without yeast and on the seventh day hold a festival to the LORD.” (Exodus 13:6)

On the seventh night of Passover, some Jewish people observe the custom of staying awake all night, since this is when the Israelites were believed to be crossing the Red Sea, an event that took all night and demonstrated the miraculous and awesome power of God. 

“Then Moses and the Israelites sang this song to the LORD: ‘I will sing to the LORD, for He is highly exalted. Both horse and driver He has hurled into the sea.’” (Exodus 15:1)

Tomorrow night an eighth day of Passover will be celebrated.

This extra day, called Acharon Shel Pesach (Last Day of Passover), is devoted to the Messiah (HaMashiach).

The Torah readings for this day are beautiful Messianic prophecies that promise the Messianic era.

In the Torah, Jewish people around the world will read about some of the festivals that Messiah has already fulfilled and will fulfill when He returns in Deuteronomy 15:19-16:17 and Numbers 28:19-25

In the prophetic portion (the Haftarah), we will read Isaiah 10:32-12:6 that tells us about the Messiah: “A shoot shall come out from the stump of Jesse, and a branch shall grow out of his roots.”

Sprout of Jesse Germoglio di Iesse.jpg

Isaiah also says that “the spirit of the Lord shall rest on him, the spirit of wisdom and understanding, the spirit of counsel and might, the spirit of knowledge and the fear of the Lord.” (Isaiah 11:1-2)

Yeshua Unrolls the Scroll in the Synagogue
Yeshua Unrolls the Scroll in the Synagogue / Yeshua Srotola la Pergamena nella Sinagoga

In Jewish tradition, it is believed that the first two days of Passover speak of the past redemption from Egypt, but the last two days of Passover speak of the complete and ultimate redemption through the coming of Messiah.

meal (seudah) for the Messiah on an eight day was instituted by Rabbi Israel ben Eliezer (1698-1760), also called Baal Shem Tov.

He is considered the founder of Chassidic Judaism, a branch of Orthodox Judaism. The Chassidim bring a lot of JOY to the worship of God within Judaism.

In fact, the Chassidim and Bible-believing Christians express their faith in some similar ways: they have a strong belief in God and desire to connect with Him in a deep spiritual way.  

Within Judaism and especially Chasidic teaching, the coming of Messiah, or Mashiach, is a fundamental concept.

It is one of the thirteen foundational principles of the Jewish faith, according to  Rambam (an acronym of the name Rabbi Moshe Ben Maimon), one of the most prolific and well respected Torah scholars of the Middle Ages:

“I believe with perfect faith in the coming of Messiah; and although he may delay, even though, I wait every day for his coming.” (Principle 12)

Chabad teaches that “partaking of Mashiach Seudah [Messiah’s meal] reinforces our belief in this principle, translating our awareness of Mashiach into a meal, a physical experience which leads us to associate this concept with our flesh and blood.” (from the teachings of Rabbi Menachem M. Schneerson, Chabad website)

The meal for Messiah is a tangible way to express our faith in His coming.

What Will the Mashiach Do?

The Hebrew term Mashiach means anointed one, from the practice of anointing the kings of Israel with oil; therefore, the Mashiach will be the one anointed as King of kings in the end of days.

This word is closely related in Hebrew to the word, Mashiach, which means to save; therefore, the Messiah can be both the Anointed One and Savior.

According to Jewish belief, the Messiah will come after a time of war and suffering (Ezekiel 38:16–17), and there are several things that the Messiah, if He is genuine, must accomplish:

  • The Messiah will bring about spiritual and political redemption of the Jewish people. He will bring the Jews home to Israel and restore Jerusalem (Isaiah 11:10-12; Jeremiah 23:8, 30:3; Hosea 3:4-5).

“For the Israelites will live many days without king or prince, without sacrifice or sacred stones, without ephod or household gods. Afterward the Israelites will return and seek the LORD their God and David their king. They will come trembling to the LORD and to His blessings in the last days.” (Hosea 3:4-5)

  • The Messiah will establish and rule over Jerusalem as the center of all world government for Jews as well as Gentiles (Isaiah 2:2-4, 11:10, 42:1).

“In the last days the mountain of the LORD’s temple will be established as the highest of the mountains; it will be exalted above the hills, and all nations will stream to it….  The law will go out from Zion, the word of the LORD from Jerusalem.” (Isaiah 2:2-3)

  • The Messiah will rebuild the Holy Temple and re-establish Temple worship and sacrifices (Jeremiah 33:17-18).
  • The Messiah will restore Jewish law as the rule of the land and establish a religious court system (Jeremiah 33:15; Isaiah 11:1-5).
  • The Messiah will bring peace to Israel and the world. (Isaiah 2:2)

“He will judge between the nations and will settle disputes for many peoples. They will beat their swords into plowshares and their spears into pruning hooks. Nation will not take up sword against nation, nor will they train for war anymore.” (Isaiah 2:2)

The fact that Yeshua didn’t accomplish most of these ideals or goals when He came 2,000 years ago makes Him unacceptable as Mashiach (Messiah) to the majority of the Jewish people.

And, yet, a large number of Orthodox Jews believe that Messiah has already come in the form of a man.

Are There Other Messiahs?

Throughout Jewish history, many have either claimed to be the Mashiach, or had followers who claimed him as the Mashiach: Shimeon Bar Kokhba, Shabbatai Tzvi, and many others.

Most of those false messiahs were imprisoned, killed, or converted to various religions to escape punishment or death.

Even today all over Israel, posters proclaim Rabbi Menachem Mendel Schneerson as  Melech Mashiach (King Messiah). He is also known as the Lubavitcher Rebbe or just “the Rebbe” among his followers.

Rabbi Schneerson was born in the Soviet Union on April 5, 1902 and became a prominent Chassidic Rabbi, the seventh and last Chassidic leader (Rebbe) of the Chabad-Lubavitch sect of Judaism.

After the death of his father-in-law in 1951, Schneerson became the leader of the Lubavitch movement until he died in 1994.

Although he worked to promote traditional Judaism and moral values and contributed greatly to the worldwide Jewish community, he never announced himself as the Jewish Messiah, as some of his followers claimed.

In fact, Rabbi Schneerson discouraged all such talk as foolish and unfounded. 

In contrast, Yeshua clearly and openly proclaimed Himself to be the Messiah that the Jewish people were eagerly anticipating, patiently awaiting and passionately longing for.

When Yeshua met the Samaritan woman at the well, He told her that He was the Messiah.  

“The woman said, ‘I know that Messiah’ (called Christ / Mashiach) ‘is coming. When He comes, He will explain everything to us.’ Then Yeshua declared, “I, the one speaking to you — I am He.” (John 4:25-26)

Yeshua also publicly proclaimed His Messianic mission in the synagogue. When He received an Aaliyah (a call to come up and read from the Torah scroll) in the synagogue on one particular Sabbath day, He was handed the scroll of Isaiah, which He unrolled to the well-known Messianic prophecy of Isaiah 61:1-2:

“The Spirit of the Lord is on me, because he has anointed me to proclaim good news to the poor. He has sent me to proclaim freedom for the prisoners and recovery of sight for the blind, to set the oppressed free, to proclaim the year of the Lord’s favor.” (Luke 4:18-19)

To everyone’s amazement, this simple carpenter, son of Joseph, then rolled up the scroll and sat down, saying, “Today this Scripture is fulfilled in your hearing.” (Luke 4:21)

Recognizing the True Messiah

“The Spirit of the LORD will rest on Him.” (Isaiah 11:2)

Jewish people have looked for centuries for a Messianic deliverer who would bring world peace.

With so many false messiahs out there, how can we recognize the true Messiah? How can we be sure that Yeshua (Jesus) is truly the Mashiach or know that someone like Rabbi Schneerson is not?

Yeshua warned us to beware of the numerous false messiahs and false prophets that would arise in the last days, performing signs and wonders to deceive people, even the very elect. Yeshua said,

“Watch out that no one deceives you. For many will come in my name, claiming, ‘I am the Messiah,’ and will deceive many.” (Matthew 24:4-5)

“At that time if anyone says to you, ‘Look, here is the Messiah!’ or, ‘There he is!’ do not believe it. For false messiahs and false prophets will appear and perform great signs and wonders to deceive, if possible, even the elect. See, I have told you ahead of time.” (Matthew 24:23-25)

The fact that so many people in Israel and around the world believe that the late Rabbi Schneerson is the Messiah is one more sign that we are truly in the end times.

Rabbi Schneerson.jpg
Rabbi Schneerson

To distinguish the real Messiah from false messiahs, we must rely on the Word of God for answers.

There are at least 333 Messianic prophecies in the Jewish Scriptures that describe the real Messiah.

Yeshua’s entire ancestry, birth, character, teaching, ministry, life, death, burial, and resurrection were prophesied by 25 Jewish writers hundreds of years before His birth.

The following is a list of just a few of these, which point to Yeshua as “Mashiach” and disqualify Rabbi Schneerson or other false messiahs:

  • He will be born in Bethlehem (Beit-Lechem) (Micah 5:2; Matthew 2:1)
  • He will be born to a virgin and will be called God With Us (Isaiah 7:14; Matthew 1:23)
  • He will be despised and rejected by his own people (Isaiah 53:3; John 1:11, 5:43)
  • He will suffer terribly (Isaiah 53:3; Matthew 26:38)
  • He will be pierced and wounded for our sins (Isaiah 53:5; Psalm 22:16; Luke 23:33)
  • He will take upon himself the punishment that we all deserve (Isaiah 53:5; 1 Peter 2:24)
  • He will not open his mouth in his own defense (Isaiah 53:7; Matthew 27:12-14)
  • He will die a violent, premature death (Isaiah 53:8,12; Luke 23:46)
  • He will die with the wicked but be buried with the rich (Isaiah 53:9; Matthew 27:57-60)
  • He will be raised from the dead to life (Psalm 16:10; Acts 2:29-32; Matthew 28:5-6)
  • He will sit on the throne of His father, David, and rule forever (Isaiah 9:6-7; Luke 1:30-33) 

Many of these prophecies have already been fulfilled in the true Messiah, Yeshua, such as the Biblical holy day of Passover, with all of its rich symbolism. Others remain to be completed at His second coming. This also will be explained.

And while Mashiach Seudah is a manmade addition to Passover, it is an incredibly powerful testimony of Yeshua, the Lamb of God, whose blood saves us from all sin and judgment.

Even the matzah and wine of this meal remind us of the day when Yeshua said, “And as they were eating, Jesus took bread, blessed and broke it, and gave it to the disciples and said, “Take, eat; this is My body.” Then He took the cup, and gave thanks, and gave it to them, saying, “Drink from it, all of you. For this is My blood of the new covenant, which is shed for many for the remission of sins.” (Matthew 26:26-28)

So, let us celebrate with our Jewish friends and relatives in the nations as they eagerly await their future redemption when the Jewish people will live in their own land and Messiah will reign in Jerusalem.

TO LISTEN TO OUR SHABBAT SERVICE FOR TODAY, PLEASE CLICK ON THE LINK AT THE BOTTOM OF THE PAGE. TO WATCH A VIDEO OF THE SERMON IN ENGLISH AND ITALIAN, PLEASE CLICK ON THE LINK AT THE BOTTOM OF THE PAGE.
PER ASCOLTARE IL NOSTRO SERVIZIO SHABBAT PER OGGI, FARE CLIC SUL COLLEGAMENTO IN FONDO ALLA PAGINA. PER VEDERE UN VIDEO DEL SERMONE IN INGLESE E ITALIANO, FAI CLIC SUL LINK IN FONDO ALLA PAGINA.

Support Beit Shalom Messianic Congregation, Pozzuoli, Naples, Italy/Supporta Beit Shalom Congregazione Messianica, Pozzuoli, Napoli, Italia

Beit Shalom Messianic Congregation, Pozzuoli, Naples, Italy is a unique Messianic Congregation and Place of Worship for Jews in the Messiah Yeshua and gentiles with a heart for Israel, where they can find a shelter during time of persecution. Thanks for your donation that helps us to fulfil Hashem’s plan in the lives of His People in Israel and the diaspora. La Congregazione Messianica Beit Shalom, Pozzuoli, Napoli, Italia è una congregazione e luogo di culto Messianici unici per gli Ebrei nel Messia Yeshua e i Gentili con un cuore per Israele, dove possono trovare rifugio durante i periodi di persecuzione. Grazie per la tua donazione che ci aiuta a realizzare il piano di Hashem nella vita del Suo popolo in Israele e nella diaspora.

€100.00

Shabbat Shalom!

Ultime letture di Scrittura per Pesach (Pasqua Ebraica)  

Letture del settimo giorno: 
Esodo 13:17-15:26; Numeri 28:19-25; 2 Samuele 22
 
Lettura dell’ottavo giorno: 
Deuteronomio 14:22-16:17; Numeri 28:19-25; Isaia 10:32-12:6

Una Pasqua Ebraica futura (Pesach L’atid) 
Seudah (Pasto) del Messia

E poi l’ottava notte di Pesach (Pasqua Ebraica celebrata fuori da Israele), ne mangeranno anche molti Ebrei il Seder del Messia. Negli ultimi sette giorni, abbiamo mangiato la matzah (pane non lievitato) e ci siamo astenuti da tutte le forme di lievito.

“Per sette giorni mangerai pane senza lievito; e il settimo giorno si farà una festa di Adonai.” (Esodo 13:6)

Nella settima notte di Pesach (Pasqua Ebraica), alcuni Ebrei osservano l’abitudine di rimanere svegli tutta la notte, poiché questo è il momento in cui si credeva che gli Israeliti stessero attraversando il Mar Rosso, un evento che prese tutta la notte e dimostrò il miracoloso e terrificante potere di Adonai. 

“Allora Moshe e i figli d’Israele cantarono questo cantico di Adonai e parlarono dicendo: ‘Io canterò di Adonai, perché si è grandemente esaltato; ha precipitato in mare cavallo e cavaliere.’” (Esodo 15:1)

Domani notte un ottavo giorno di Pesach sarà celebrato. Questo giorno in più, chiamato Acharon Shel Pesach (Ultimo giorno di Pasqua Ebraica), è dedicato al Messia (HaMashiach).

Le letture della Torah per questo giorno sono bellissime profezie messianiche che promettono l’era messianica. Nella Torah, i cittadini Ebrei di tutto il mondo ne leggeranno alcune che il Messia ha già adempiuto e quelle che adempierà quando ritorna in Deuteronomio 15:19-16:17 e Numeri 28:19-25.  

Nella parte profetica (Haftarah), leggeremo Isaia 10:32-12:6 il cui inizio ci racconta del Messia: “Poi un ramoscello uscirà dal tronco di Issai e un germoglio spunterà dalle sue radici.”

Anche Isaia lo dice “Lo Spirito di Adonai riposerà su di lui: spirito di sapienza e d’intelligenza, spirito di consiglio e di potenza, spirito di conoscenza e di timore di Adonai.” (Isaia 11:1-2)

Nella tradizione Ebraica, i primi due giorni di Pesach (Pasqua Ebraica) si parla della passata redenzione dall’Egitto, ma gli ultimi due giorni di Pesach si parla della redenzione completa e definitiva attraverso la venuta del Messia. Un Mashiach Seudah (pasto del Messia) in otto giorni fu istituito dal rabbino Israel ben Eliezer (1698-1760), chiamato anche Baal Shem Tov. È considerato il fondatore del Giudaismo chassidico, una branca dell’Ebraismo Ortodosso. I Chassidim portano molta gioia all’adorazione di Adonai nel Giudaismo. In realtà, i Chassidim e i Cristiani che credono nella Bibbia esprimono la loro fede in alcuni modi simili: hanno una forte fede in Adonai e desiderano connettersi con Lui in un modo spiritualmente profondo. All’interno del Giudaismo e in particolare dell’insegnamento chassidico, la venuta del Messia, o Mashiach, è un concetto fondamentale. È uno dei tredici principi fondamentali della fede Ebraica, secondo Rambam (un acronimo del nome Rabbi Moshe Ben Maimon), uno dei più prolifici e stimati studiosi della Torah del Medioevo:

“Credo con perfetta fede alla venuta del Messia; e sebbene possa ritardare, ogni giorno potrebbe venire.” (Principio 12)

Chabad insegna che “prendendo parte al Mashiach Seudah [pasto del Messiah] si rafforza la nostra fede in questo principio, traducendo la nostra consapevolezza di Mashiach in un pasto, un’esperienza fisica che ci porta ad associare questo concetto con la nostra carne e sangue.” (dagli insegnamenti del Rabbino Menachem M. Schneerson, sito Chabad)

Il pasto per il Messia è un modo tangibile per esprimere la nostra fede nella Sua venuta.

 Cosa Farà il Mashiach?

Il termine Ebraico Mashiach significa unto, dalla pratica di ungere i re d’Israele con olio; perciò, il Mashiach sarà l’unto come Re dei re alla fine dei giorni. Questa parola è strettamente correlata in Ebraico alla parola, Mashiach, che significa salvare; quindi, il Messia è l’Unto e il Salvatore.

Secondo la credenza Ebraica, il Messia verrà dopo un periodo di guerra e sofferenza (Ezechiele 38:16-17), e ci sono diverse cose che il Messia, se è genuino, deve compiere:

  • Il Messia porterà il riscatto spirituale e politico del popolo Ebraico. Porterà gli Ebrei a casa in Israele e ristabilirà Gerusalemme (Isaia 11:10-12; Geremia 23:8, 30:3; Osea 3:4-5).

“Poiché i figli d’Israele staranno per molti giorni senza re, senza capo, senza sacrificio e senza colonna sacra, senza efod e senza idoli domestici. Poi i figli d’Israele torneranno a cercare Adonai, il loro DIO, e Davide, loro re, e si volgeranno tremanti verso Adonai e alla sua bontà negli ultimi giorni.” (Osea 3:4-5)

  • Il Messia si stabilirà e governerà da Gerusalemme come il centro di tutto il governo mondiale per gli Ebrei e per i Gentili (Isaia 2:2-4, 11:10, 42:1).

“Negli ultimi giorni avverrà che il monte della casa di Adonai sarà stabilito in cima ai monti e si ergerà al di sopra dei colli, e ad esso affluiranno tutte le nazioni. Molti popoli verranno dicendo: ‘Venite, saliamo al monte di Adonai, alla casa del Dio di Giacobbe; egli ci insegnerà le sue vie e noi cammineremo nei suoi sentieri’. Poiché da Sion uscirà la legge e da Gerusalemme la parola di Adonai.” (Isaia 2:2-3)

  • Il Messia farà ricostruire il Tempio Santo e ristabilirà il culto e i sacrifici del tempio (Geremia 33:17-18).
  • Il Messia farà ripristinare la legge ebraica come la regola della legge e stabilirà un sistema giudiziario religioso (Geremia 33:15, Isaia 11:1-5).
  • Il Messia farà portare la pace in Israele e nel mondo. (Isaia 2:2)

“Negli ultimi giorni avverrà che il monte della casa di Adonai sarà stabilito in cima ai monti e si ergerà al di sopra dei colli, e ad esso affluiranno tutte le nazioni.” (Isaia 2:2)

Il fatto che Yeshua non abbia realizzato la maggior parte di questi ideali o obiettivi quando venne 2000 anni fa lo rende inaccettabile come il Mashiach (Messia) per la maggioranza del popolo Ebreo. E, tuttavia, un gran numero di Ebrei ortodossi credono che il Messia sia già arrivato nella forma di un uomo.

Ci Sono Altri Messia?

In tutta la storia Ebraica, molti hanno dichiarato di essere il Mashiach, o hanno seguaci che lo hanno dichiarato come il Mashiach: Shimeon Bar Kokhba, Shabbatai Tzvi e molti altri. La maggior parte di quei falsi messia sono stati imprigionati, uccisi o convertiti in varie religioni per sfuggire alla punizione o alla morte. Anche oggi in tutto Israele, i manifesti proclamano il rabbino Menachem Mendel Schneerson come Melech Mashiach (Re Messia). È anche conosciuto come Lubavitcher Rebbe o semplicemente “Rebbe” tra i suoi seguaci. Rabbi Schneerson nacque nell’Unione Sovietica il 5 aprile 1902 e divenne un eminente rabbino chassidico, il settimo e ultimo leader chassidico (Rebbe) della setta Chabad-Lubavitch del giudaismo. Dopo la morte di suo suocero nel 1951, Schneerson divenne il leader del movimento Lubavitch fino alla sua morte nel 1994.

Sebbene abbia lavorato per promuovere l’Ebraismo tradizionale e i valori morali e abbia contribuito in grande misura alla comunità Ebraica mondiale, non ha mai annunciato se stesso come il Messia Ebraico, come hanno sostenuto alcuni dei suoi seguaci. In effetti, il rabbino Schneerson ha scoraggiato tutti questi discorsi come sciocchi e infondati. In contrasto, Yeshua si proclamò chiaramente e apertamente di essere il Messia che la gente Ebrea aspettava con impazienza, aspettando pazientemente e con ardente desiderio.

Quando Yeshua incontrò la donna samaritana al pozzo, le disse che era il Messia.  

“La donna gli disse: ‘lo so che il Mashiach, che è chiamato Mashiach, deve venire quando sarà venuto lui ci annunzierà ogni cosa’. Yeshua le disse: ‘Io sono, colui che ti parla.’” (Giovanni 4:25-26)

Yeshua proclamò pubblicamente la Sua missione nella sinagoga. Quando ricevette un Aaliyah (una chiamata per andare a leggere dal rotolo della Torah) nella sinagoga in un particolare giorno di Sabato, gli fu consegnato il rotolo di Isaia, che ha srotolato alla ben nota profezia messianica di Isaia 61:1-2“Lo Spirito di Adonai è sopra di me, perché mi ha unto per evangelizzare i poveri; mi ha mandato per guarire quelli che hanno il cuore rotto, per proclamare la liberazione ai prigionieri e il recupero della vista ai ciechi, per rimettere in libertà gli oppressi, e per predicare l’anno accettevole di Adonai.” (Luca 4:18-19)

Con grande stupore di tutti, questo semplice carpentiere, figlio di Giuseppe, arrotolò il rotolo e si sedette, dicendo: “Allora cominciò a dir loro: ‘Oggi questa Scrittura si è adempiuta nei vostri orecchi.’” (Luca 4:21)

Riconoscere il Vero Messia

“Lo Spirito di Adonai riposerà su lui: spirito di sapienza e d’intelligenza, spirito di consiglio e di potenza, spirito di conoscenza e di timore di Adonai.” (Isaia 11:2)

Gli Ebrei hanno cercato per secoli un liberatore messianico che avrebbe portato la pace nel mondo. Con così tanti falsi messia là fuori, come possiamo riconoscere il vero Messia? Come possiamo essere sicuri che Yeshua (Gesù) sia veramente il Mashiach o sappia che qualcuno come Rabbi Schneerson non lo è?

Yeshua ci ha avvertiti di fare attenzione ai numerosi falsi messia e falsi profeti che sarebbero sorti negli ultimi giorni, compiendo segni e prodigi per ingannare le persone, persino gli stessi eletti. Disse Yeshua,

“E Yeshua (Gesù), rispondendo, disse loro: ‘Guardate che nessuno vi seduca! Poiché molti verranno nel mio nome, dicendo: “io sono il Mashiach (Messia)” e ne sedurranno molti.” (Matteo 24:4-5)

“Allora se qualcuno vi dice: “Ecco, il Mashiach (Messia) è qui” oppure “è là” non gli credete. Perché sorgeranno falsi Mashiach (Messia) e falsi profeti, e faranno grandi segni e miracoli tanto da sedurre, se fosse possibile anche gli eletti. Ecco, io ve l’ho predetto.” (Matteo 24:23-25)

Il fatto che così tante persone in Israele e in tutto il mondo credano che il defunto Rabbino Schneerson sia il Messia è un altro segno del fatto che siamo veramente alla fine dei tempi. Per distinguere il vero Messia dai falsi messia, dobbiamo fare affidamento sulla Parola di Adonai per ricevere risposta. Ci sono almeno 333 profezie messianiche nelle Scritture Ebraiche che descrivono il vero Messia. L’intera discendenza, nascita, carattere, insegnamento, ministero, vita, morte, sepoltura e resurrezione di Yeshua furono profetizzati da 25 scrittori Ebrei centinaia di anni prima della Sua nascita. Quello che segue è un elenco di alcuni di questi, che indicano Yeshua come “Mashiach” e squalificano Rabbi Schneerson o altri falsi messia:

  • Lui sarà nato a Betlemme (Beit-Lechem) (Michea 5:2; Matteo 2:1)
  • Sarà nato da una vergine e sarà chiamato Adonai con noi (Isaia 7:14, Matteo 1:23)
  • Lui sarà disprezzato e respinto dalla Sua stessa gente (Isaia 53:3, Giovanni 1:11, 5:43)
  • Soffrirà terribilmente (Isaia 53:3; Matteo 26:38)
  • Lui sarà trafitto e ferito per i nostri peccati (Isaia 53:5, Salmo 22:16, Luca 23:33)
  • Prenderà su di sé la punizione che tutti meritiamo (Isaia 53:5; 1 Pietro 2:24)
  • Non aprirà la bocca in Sua difesa (Isaia 53:7; Matteo 27:12-14)
  • Morirà di morte violenta e prematura (Isaia 53:8,12; Luca 23:46)
  • Morirà con i malvagi ma sarà sepolto con i ricchi (Isaia 53:9; Matteo 27:57-60)
  • Egli sarà risuscitato dai morti alla vita (Salmo 16:10, Atti 2:29-32; Matteo 28:5-6)
  • Siederà sul trono di Suo padre, David, e regnerà per sempre (Isaia 9:6-7; Luca 1:30-33)

Molte di queste profezie sono già state adempiute nel vero Mashiach (Messia), Yeshua, come il santo giorno biblico di Pesach (Pasqua Ebraica), con tutto il suo ricco simbolismo. Altre rimangono da completare alla Sua seconda venuta. Anche questo sarà spiegato. E mentre il Seudah di Mashiach è un’aggiunta artificiale alla Pasqua Ebraica, esso è una testimonianza incredibilmente potente di Yeshua Ha-Mashiach (il Messia), l’Agnello di Adonai, il cui sangue ci salva da ogni peccato e giudizio.

Anche la matzah e il vino di questo pasto ci ricordano il giorno in cui Yeshua Ha-Mashiach (il Messia) disse: “Ora, mentre mangiavano, Gesù prese il pane e lo benedisse, lo ruppe e lo diede ai discepoli e disse: ‘Prendete, mangiate; questo è il mio corpo’. Poi prese il calice e rese grazie, e lo diede loro dicendo: ‘Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue, il sangue del nuovo patto che è sparso per molti per il perdono dei peccati.” (Matteo 26:26-28)

Quindi, festeggiamo con i nostri amici e parenti Ebrei nelle nazioni aspettando con impazienza la loro futura redenzione quando il popolo ebraico vivrà nella propria terra e Ha-Mashiach (il Messia) regnerà a Gerusalemme.

To watch a video of the sermon in English and Italian, please click on the link below. Per vedere un video del sermone in Inglese e in Italiano, clicca sul link sottostante:

To listen to our Shabbat service for today, please click on the link below. Per ascoltare il sermone di oggi, per favore cliccate sul link sottostante:

Support Beit Shalom Messianic Congregation, Pozzuoli, Naples, Italy/Supporta Beit Shalom Congregazione Messianica, Pozzuoli, Napoli, Italia

Beit Shalom Messianic Congregation, Pozzuoli, Naples, Italy is a unique Messianic Congregation and Place of Worship for Jews in the Messiah Yeshua and gentiles with a heart for Israel, where they can find a shelter during time of persecution. Thanks for your donation that helps us to fulfil Hashem’s plan in the lives of His People in Israel and the diaspora. La Congregazione Messianica Beit Shalom, Pozzuoli, Napoli, Italia è una congregazione e luogo di culto Messianici unici per gli Ebrei nel Messia Yeshua e i Gentili con un cuore per Israele, dove possono trovare rifugio durante i periodi di persecuzione. Grazie per la tua donazione che ci aiuta a realizzare il piano di Hashem nella vita del Suo popolo in Israele e nella diaspora.

€100.00

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s